mercoledì 25 settembre 2013

Antiquus pro moderno.

Consigli politici rapportati all'odierno.
Giovanni Gioviano Pontano, De Sermone II xvii, 9: "et sapientissimi rerum publicarum administratores in maxime periculosis casibus hilaritatem fingunt; quae autem adversa, celant, quae ficta et laeta, efferenda in publicum curant".
Parafrasando: non prendete questa citazione come un avallo del comportamento di certi brianzoli o toscani, ché va letta semmai allo specchio. Infatti: quando mai certa gente è credibile come lettrice di Pontano, ed inoltre intenditrice tale da conformare a tale lettura i proprii comportamenti, anche se certo il loro profilo complessivo ne guadagnerebbe?

Nessun commento:

Posta un commento