giovedì 26 settembre 2013

L'Ottocento del non florido.

Dato che il non - io economico (scegliete l'idealista che volete, l'economia in senso originale e quella che corrisponde alla crematistica aristotelica - vedi Politica - non ha a che fare coll'autocoscienza) allo stato oppone resistenza a che io completi l'edizione in volumi tematici, continuerò a ri - leggere (cottidie, da buon clericus che non sta in convento) lo "Zibaldone" leopardiano nella ri - proposizione Mondadori in due volumi dell'edizione Flora, interessandomi perciò contemporaneamente di letteratura e filosofia (Schopenauer e Leopardi era il titolo di quel libro, ma i riferimenti del figlio di Monaldo, culturalmente parlando, erano anche non poco filosofici: collettore e fonte, come tanti. Collettore, e in quanto tale che raccoglie da più parti).
Quattro libri da leggere a casa ed uno in viaggio (lo faccio anche se l'esperienza mi ha insegnato il pericolo di smarrimento / -i).
Condividevo (e condivido) involontariamente libri da ben prima di certe pratiche: speriamo che chi li recupera, apprezzi ciò che ha trovato.

Nessun commento:

Posta un commento