lunedì 7 ottobre 2013

L'inverosimiglianza...

...di Corsamonte.
I critici censurano soprattutto lo scontro del guerriero colle tre schiere gote nel XXII libro.
Certo, se non si sta particolarmente attenti a collegare questa battaglia alla scena dei doni di Areta nel quinto libro, e (/ o) non si considera la differente stipulazione sottesa alla scena (il rapporto colla magia e le potenze ultraterrene: quando Trissino ne fa uso, somiglia assai a Boiardo ed ad Ariosto, all'intera tradizione cavalleresca, che d'altronde rifiuta meno di quanto si creda) la critica è fondata; ma poiché bisogna tenere conto dei due elementi cui si è fatto cenno e calarsi nella stipulazione dell'epoca, e più in generale nella Weltanschauung e nelle risorse critiche dell'epoca, una considerazione in tale prospettiva ed astratta dalle condizioni ed opinioni odierne cambierà almeno in parte la valutazione di un'opera (anche dell'Italia liberata da' gotti ).
Italia liberata da' gotti V ---> XXII.

Nessun commento:

Posta un commento