mercoledì 16 luglio 2014

Continuità (Tradizione XX).

Medea, come pensa qualcuno, è salvata da un Dioniso cristiano?
Dov'è la novità, lo scandalo, il prodigio?
Osservate bene Nonno (di Panopoli, non il concetto della nonnità, il nonno universale, pappos).
Quante Sante Vergini  ricoprono Artemidi ed Atene?
Quanti santi amorosi lupi scandalosi?
Quante sacre case di Dio, ripetono, opprimono, si fondano sulla pianta (e sulle fondazioni o fondamenta) dei covi dei "demoni" - o Tertulliano - pagani, o sono state, con tutte le loro mura, "purificate" da un nuovo titolo?
Avremmo altrimenti rischiato d'essere senza Eneide.
Si veda La scuola d'Ippia.

Nessun commento:

Posta un commento