giovedì 31 luglio 2014

Delle traduzioni.

Argomento complesso. Leggo in una nota ad un volume di storia dello spettacolo: "[...] prefazione a Semiramis; cito nella traduzione dell'epoca". Sarei propenso a credere in una soluzione del genere: quando si affronta il tema degli influssi di un testo in lingua straniera su opere del proprio paese, è sempre meglio controllare se la citazione del testo straniero non sia filtrato attraverso traduzioni quanto più prossime alla data di pubblicazione dell'originale, ma senza escludere possa derivare: a) da versioni seriori; b) da testi nella lingua della traduzione che abbiano accolto l'influsso dell'originale prima del testo cui siamo interessati. Quando si riporta un parere critico, è sempre meglio risalire al testo in madrelingua e tradurlo in proprio, se se ne è in grado.

Nessun commento:

Posta un commento