venerdì 29 agosto 2014

Babilonia distrutta II xl, 1 - 6 (Proposte filologiche IV).

"E ben horribilmente il ventre, e ‘l petto, / e tutto il corpo hà lacero, e disfatto: / e ne la stragge altrui guasto, ed infetto / tutta hà perduta la sembianza affatto. / Mà del volto amoroso il vago aspetto, / mezzo à tanto furor, rimase intatto". Proposta: "E ben horribilmente il ventre, e ‘l petto, / e tutto il corpo ha lacero e disfatto; / e, ne la stragge altrui, guasto, ed infetto: / tutta ha perduta la sembianza affatto. / Mà del volto amoroso il vago aspetto, / mezzo à tanto furor, rimase intatto".

Nessun commento:

Posta un commento