mercoledì 8 luglio 2015

Proposte filologiche XXVI.

Italia liberata d'Andrea XV 32, 3 - 7: "costei ferito / ebbe anco il sen da gli amorosi strali / per la beltà di lei; ma 'l fiero invito / de l'armi in lei destò pensieri eguali / al regio sangue; onde il meschin si dolse"; proposta: "costei ferito / ebbe anco il sen da gli amorosi strali / per la beltà di lui; ma 'l fiero invito / de l'armi in lei destò pensieri eguali / al regio sangue; onde il meschin si dolse". Si descrive infatti la repressione di una corresponsione amorosa provocata dalla bellezza maschile da parte di una regale vergine guerriera all'altezza del proprio sangue. Si tratta d’un errore d’anticipo.

Nessun commento:

Posta un commento