venerdì 4 settembre 2015

Ampliamento del tema (Se voglio II).

La frase: "Se fai qualcosa di astratto, senza riferimenti al passato", non ha senso; come indica pure l'altro passo, del resto: "il risultato non avrà senso". Infatti, rendendo autonomo un potenziale sviluppo di Se voglio... - autonomo, non indipendente -: "Ogni nostra azione, nella sua differenza, reagisce sulla storia, intesa anche come educazione, esperienze che, elaborate a diversi livelli di coscienza, sono il sostrato della nostra opera, nel rifiuto e nella accettazione, nell'insinuarsi di alcuni elementi che consciamente rifiutiamo nell'effetto, nella fine; è, oltre le varie psico-, primariamente un automatismo della memoria, dell'impressione: persino del brutto, che d'altronde non è vietato imitare. L'opera è irrimediabilmente porosa verso l'ambiente e verso ciò che ci ha preceduti, verso il "vero" ed il veritiero, e ciò non è necessariamente negativo, come potrebbe sembrare in certi atteggiamenti critici o critico - poetici: non è un elemento impuro da espellere, quanto piuttosto una estensione da sfruttare; il "rimedio", allorché ci accorgiamo di aver commesso "errore", è sempre parziale, perché l'uno scoperto colla sua luce ne mette in ombra altri meno evidenti. E certi "errori" funzioneranno dopo l'autore che li ha commessi, nella sua tradizione diretta; ed altro. D'altra parte è pur vero che l'ispirazione può ben venire dalla natura, più precisamente dall'ambiente - dalla natura naturata, inclusa la naturata dal naturante uomo - e non soltanto da un mezzo più d'una volta seriore - i primi mezzi sono i sensi che hanno limiti individuali differenti, ed il cervello, che elabora i "dati" ricevuti; ma anche gli arti e gli strumenti, che pongono nuovi limiti nel momento stesso in cui ne rimuovono anteriori - benché l'opera sia un esito artificiato che deriva dalla educazione intellettuale e manuale dell'esecutore; e quindi anche astratto: la rielaborazione artistica astrae qualcosa dalla fonte e quindi ne evidenzia nel rifacimento, multifida nella singolare produzione, alcuni tratti - è in ciò simile ad una caricatura - mentre ne mette (appositamente o meno) altri in secondo piano; persino aggiunge qualcosa: "concettualizza" - vedere cosa intendo per 'concetto' - ed amplia, accresce, magnifica in senso etimologico insieme. Sicché la frase non ha senso.

Nessun commento:

Posta un commento