lunedì 14 settembre 2015

Sulle virtù II.

Angelo Camillo De Meis, Lo stato, articolo II: "Come spirito l'uomo è per prima cosa [...] morale. La moralità, la virtù privata [...] è il patrimonio dell'individuo". Direi che è perfetto: la moralità è ciò che l'uomo riceve, apprende dai genitori (patrimonio= dono, carico del padre); come tale, non si tratta di un valore unico cosmicamente, naturale e necessario. Essendo poi patrimonio dell'individuo, la morale è in primo luogo individuale, anche se condizionata socialmente; ciò significa che esiste una elasticità morale. Dovrei recuperare Marsilio da Padova, Defensor pacis, per discutere del lecito e dell'illecito, e quant'altro.

Nessun commento:

Posta un commento