martedì 20 ottobre 2015

Alcuni autori.

Alcuni autori ci hanno spiegato che la maggiore vicinanza temporale ad un testo aumenta le probabilità che il testo che studiamo vi si ispiri; maggiore probabilità non significa però esclusività, ossia certezza di poter escludere dalle fonti opere precedenti. D'altra parte, un testimone di un'opera antica più distante temporalmente dalla sua prima trascrizione non è necessariamente testimone peggiore di un testimone ad essa più cronologicamente prossimo, in quanto il testimone da cui il primo deriva può sempre derivare da una attestazione dell'opera meno scorretta (perché passata per un numero di trascrizioni inferiore etc.) del testimone più antico.

Nessun commento:

Posta un commento