mercoledì 11 novembre 2015

L'impegno II.

Dunque - ritengo - il primo sforzo di qualcuno sembrerebbe doversi preferibilmente indirizzare al proprio campo liberamente scelto (matrimonii con Madonna Filologia, per esempio: perché il matrimonio deve essere libero, come diceva pure il personaggio trissiniano di Belisario): già così si contribuisce come civile - inteso in senso onnicomprensivo, quindi entro tale definizione vi è pure il "militare" - al complesso in cui siamo inseriti, facendo seguire un percorso da soggetto (subiectum nel senso di 'assoggettato') a medio ad attivo al nostro essere individuo in società ed alla società stessa come assieme di individui attivi; inoltre, in democrazia, ottemperando al proprio diritto / dovere di voto - ma qualcuno "più in alto" dovrebbe operare in modo che il gesto appaia maggiormente diritto e meno assai dovere di quanto si mostri essere oggi -; poi, partecipando al di fuori dei ruoli(si veda il finale di 1957).

Nessun commento:

Posta un commento