martedì 17 novembre 2015

Nessuna.

Nessuna cultura è perfetta; nessuna cultura è apparsa un bel giorno da sottoterra già completa. Si può ben essere fieri della nostra cultura: quella cosa sempre in movimento che è ciascun individuo, che è anche ciò che abbiamo dimenticato e che vorremmo dimenticare. Quel tutto noi - inteso come singolo io non transcendentale - che non sparisce e non finisce mai. È un monumento sempre in costruzione.

Nessun commento:

Posta un commento