martedì 8 marzo 2016

Proposte filologiche XLIV.

Vincenzo Brusantini, Angelica innamorata VIII lxxx, 8: "che non aveva di vivo forma vera"; Come endecasillabo, il verso sopra trascritto è ipermetro; ed anche come dodecasillabo, la lettura "migliore" è quella con gli accenti in quarta, settima, nona ed undicesima sede, decisamente irregolare: in quanto endecasillabo ipermetro, la correzione più sensata, poste le possibilità stilistiche dell'epoca, è l'eliminazione della seconda -v- in "aveva", scrivendo: "che non ave[v]a di vivo forma vera".

Nessun commento:

Posta un commento