venerdì 22 aprile 2016

Riscrittura XIV.

Ludovico Dolce, Le prime imprese del conte Orlando XIV xlii, 7 - 8: "Poi con la spada in man ne uccise molti, / ch'indarno furo a la difesa molti"; presumibilmente meglio sarebbe stato scrivere, dato il "difetto" della rima identica nel distico precedente, ad 8: "ch'indarno furo a la difesa accolti": cioè 'raccolti, riuniti'.

Nessun commento:

Posta un commento