venerdì 20 maggio 2016

Chi ha detto che...

Colui chi è il quale abbia detto che la famiglia si oppone alla "società"? Una volta (o tempora!) si diceva la famiglia di liberi essere il primo nucleo della società naturale; ma se è nucleo, è essa stessa in piccolo una società; ciò s'affermava nonostante, sia nel paganesimo, sia nelle religioni monoteiste - per semplificare momentaneamente le contrapposizioni storiche - le famiglie siano state fin quasi a ieri un obbligo, una situazione pianificata, prestabilita da altri già coatti sopra le teste dei contraenti del momento per gli interessi di una gentilità (che non è sinonimo di "massa politeista"), di una stirpe, di una genialità che veniva prima di loro e che sarebbe andata oltre loro nel progredire, nella successione del tempo - ed è anche appunto una questione di "cedere", di arrendersi -. Nella opposizione di cui all'inizio c'è una sottolineatura, che si enfatizza ancor più per fare un esempio nella situazione attuale italiana di progressivo disgravamento delle responsabilità dello Stato nei confronti di coloro che in linea teorica ne sono l'autentico fondamento, della condizione di nido protetto assegnata alla famiglia contro i flutti feroci dell'esterno, avverso il mare in tempesta della appunto insicura società individualizzata, per usare un ossimoro. Certo, ciò si spiega perché il cucciolo umano viene al mondo perlopiù entro una famiglia, si trova involontariamente in un gruppo che gli "sorge" di fronte, in cui la sua posizione è nella maggioranza dei casi fissata da una congiunzione, da una convergenza - forse meglio - di almeno due volontà. Ma se le due volontà, pur individuali, sono congiunte su di una serie di punti, allora sono volontà alleate, ossia sono volontà quantomeno temporaneamente associate, e quanto ne deriva è perciò anch'esso una società. Le norme che regolano la vita di tale società vengono fissate dalle varie leggi, giustificate o meno - nei loro primi tempi, pressoché sempre - su base religiosa. Dunque, la famiglia apparendo come una società, si può opporre società a società? Quando, nell'intento di circoscrivere l'agognato Concetto, dall'isolamento / delimitazione si finisce per approdare all'Opposizione.

Nessun commento:

Posta un commento