mercoledì 11 maggio 2016

Dell'armato scontro.

L'Oriente conquistato XV xix, 3 - 4: "ma perché il lume al senno ed a la mano / il vigor tolto ha la percossa ria"; ovvero, come si può citare efficacemente pur dislocando, ossia non trasferendo nel proprio brano tutto il contesto che lo circonda nella fonte. Infatti qui siamo di fronte ad una delle variazioni presenti nel poema di uno dei più famosi passi del poema "eroico" di Torquato Tasso, la Gerusalemme liberata I i, 3 "molto egli oprò col senno e con la mano", ma adattato ad una singolar tenzone a cavallo. Non sarà necessario far notare come "mano" sia in rima al verso 3 dell'ottava sia in Tasso che in Ceuli.

Nessun commento:

Posta un commento