mercoledì 4 maggio 2016

L'idea...

...odierna di lavoro sta tornando ad essere limitata al sollevamento pesi con busta paga conseguente. La prima parte mi ricorda la definizione di "lavoro" in fisica. E si va sempre più affermando il concetto - come l'idea, qualcosa di riduttivo - della prestazione professionale non salariata non solo quale ammissibile, ma come auspicabile: teoricamente e pubblicamente per la sua carica "etopoietica", formativa del sano cittadino; praticamente e privatamente per ridurre la spesa del personale statale (invero, di fascia bassa) e, nel settore non statale, aumentare gli utili dell'impresa ed / od i salari - guadagni degli amministratori delle società, cioè di quella parte della popolazione che tesaurizza e riduce la circolazione delle masse monetarie.

Nessun commento:

Posta un commento