giovedì 9 giugno 2016

Intermedio.

Nei primi libri de L'Italia liberata da' gotti di Giangiorgio Trissino, uno dei tratti omeristi del poema - e, paradossalmente, proposta di "novità" rispetto alla prassi contemporanea del poema epico / cavalleresco - è l'ampio uso del discorso diretto, l'abbondanza di orazioni senza creare formalmente di continuo una assemblea per giustificarle; il tentativo di compromesso è indicato dalle venture, giostre etc.

Nessun commento:

Posta un commento