martedì 26 luglio 2016

Il rischio.

Il pericolo del precetto scolastico che suggerisce, indica come salutare nella scrittura l'evitare il più possibile la ripetizione, tanto più se ravvicinata, mette a rischio la comprensione dello stile dei sacri testi; e per sacri testi intendo le tre cantiche di quella grand'opera intitolata per tradizione Divina Commedia di Dante Alighieri da Fiorenza. Dunque, si sta scrivendo un commento a due versi del primo canto dell'Inferno, in cui si spiega, a vantaggio d'un amico, come certe ripetizioni che sembrano troppo ravvicinate fanno parte di una ricercata strategia retorica di ripetizione / variazione, ampliando un poco il quadro per esplicare meglio.

Nessun commento:

Posta un commento