venerdì 22 luglio 2016

Insistendo.

Perseverando nel vincolare qualità esterne ed interne; rifiutando di seguire quanto non convinca nel complesso, si può almeno tentare di contrastare la supposta forza pressoché irresistibile di un preteso "tiranno"; certo, ciò ha pure conseguenze spiacevoli secondo il parere della maggioranza. Dice il saggio: "Meglio soli che male accompagnati". S'intende che l'equilibrato complesso delle (due?) parti, anche quando separatamente non "ottime", sia ritenuto in questa prospettiva preferibile all'insuperabilità fenomenica di soltanto una delle due (?) parti. D'altronde l'opinione di insuperabilità essendo opinione, è solamente relativa e personale.

Nessun commento:

Posta un commento