giovedì 28 luglio 2016

Mancanza (Provincialismo V).

Non avere il senso delle proporzioni. Qualcuno, circa lo spostamento del Salone del libro, parla di "provincialismo" di Torino. Ciò implicherebbe di conseguenza una centralità addirittura "globale" della città dove la rassegna sarà spostata. In effetti il "racconto" milanese di sé è da secoli quello di una città importante a livello internazionale, che è stata temporaneamente persino capitale dell'Impero Romano, la città della tolleranza costantiniana. Rifletto: tutto ciò è vero; come però è vero che capitali dell'Impero Romano sono state per esempio anche Treviri, Ravenna e, soprattutto, Costantinopoli detta oggi Istanbul. Milano indubitabilmente è una città importante in Italia, una delle tre / quattro "capitali" del paese insieme a Roma e Napoli. Certo, paradossalmente il ruolo di Roma nell'Italia attuale sembra stia andandosi sclerotizzando in quello di un centro politico - archeologico (di una politica che è anch'essa reperto archeologico?); Napoli è riuscita a conservare dopo l'Unità con armi plurime una posizione di baricentro del Meridione d'Italia, ruolo che ha ricoperto ufficialmente per almeno cinquecento anni. Città come Firenze e Venezia (di cui la prima è stata come una cometa capitale anch'essa provvisoria, ma del Regno d'Italia ultimo, non del secondo, come Milano, in effetti) sono meta di turismo; Torino e Genova furono per il periodo della grande stagione industriale del nord Italia, suoi fulcri; Palermo fa leva ancor oggi sul proprio "Parlamento", eredità dello Statuto Speciale, e sull'isola - mento relativo della Sicilia per ritagliarsi un "luogo" direttivo. Ripenso alla centralità di Milano dopo tutto ciò, dopo aver passato in rassegna quanto sopra, e rifletto circa un discorso di "peso" della città in contesto di "globalizzazione". Contro (?) chi? Elenco: Parigi, Berlino, Londra, Tokyo, New York i primi nomi che mi vengono in mente. Addirittura, in tema di Saloni del Libro (o di "finanza"), Francoforte. Si parla sul serio di "provincialismo" torinese e "centralità" di Milano?

Nessun commento:

Posta un commento