martedì 23 agosto 2016

Resto.

Pervicace di una formazione umanistica "pratica" quale quella di una scuola indirizzata a diplomare insegnanti elementari, con un curriculum comprendente psicologia e pedagogia, è la refrattarietà ad identificare lingua e linguaggio. Per me, nonostante l'altissima considerazione verso lingua e letteratura, la lingua è linguaggio verbale fra linguaggi, arte fra le arti e mezzo, tecnica - ancor meglio - comunicativa fra tecniche, arti comunicative: posso propendere come Aristotele per la parola come linguaggio eccellente; non come unico linguaggio vero.

Nessun commento:

Posta un commento