venerdì 2 settembre 2016

Pubblica.

Se ogni singolo riuscisse a fare tutto ciò che gli altri gli chiedono di fare come chiedono che sia, mentre gli altri fanno tutto quello che chiede a modo suo, si potrebbe forse pensare che ne deriverebbe la pubblica felicità (titolo, per esempio, quasi completo di un trattato del preposto Ludovico Antonio Muratori). Dubito circa vari aspetti, non ultimo l'irritazione di alcuni che vorrebbero che gli si ubbidisse sempre senza che se ne accorgessero.

Nessun commento:

Posta un commento