giovedì 8 settembre 2016

Qualcuno disse...

Che essere stupidi è conoscere la verità, vederla, ed insistere pervicacemente nel seguire la bugia. Ovidio scrisse che vedeva il meglio e che seguiva il peggio, avendo una schiera di poetici discepoli non disprezzabili. Dunque la stupidità genera poesia? Ha perciò un pregio ottimo, questo difetto.

Nessun commento:

Posta un commento