mercoledì 5 ottobre 2016

Già II.

In ultima istanza, ed in prima, rispettare il singolo proprio perchè tale, soltanto qui e soltanto ora, in quanto irripetibile nella sua sinolità e quindi indispensabile, insostituibile; e non perché è "come tutti gli altri", e per un altrove.

Nessun commento:

Posta un commento