mercoledì 16 novembre 2016

Ciò che...

...ha vinto è "maggiore" di ciò che ha perso? Oppure quest'ultimo ha perso, come disse qualcuno, perché ancora non era venuto il suo tempo; era giunto, si può dire, in anticipo sul proprio tempo? Non potrebbe, ad esempio, aver perduto una serie di battaglie in quanto entrare a far parte della comunità dei fedeli "richiedeva troppa fatica"? E l'immediato è il facile, ciò che non deve essere dispiegato. La fortuna della vista contro l'udito.

Nessun commento:

Posta un commento