giovedì 19 gennaio 2017

In qualche...

...modo s'è spinti ad ammetterlo: ancora oggi la Germania appare, da certi osservatorii, come la "Nuova Ellade": lo Stato in cui, quale che sia l'argomento, gli incentivi alla ricerca - intendendo pure l'impostazione di fondo per cui si deve ricercare, prima dei meri fondi economici stanziati - sono tali che una presenza di peso del contributo scientifico tedesco ad una materia è immancabile. Nessun altro stato sembra così universale, un luogo dove l'economia ha una importanza paragonabile a quella delle altre discipline, senza comunque sommergerle con una pervasiva supremazia che prende la piega di una ossessione, di una monomania quale invece sembra caratterizzare l'approccio di altri stati alla conoscenza ed alla vita: "historia etc. ancillae oeconomiae sunt". Come prima delle due guerre mondiali: il che ci dice, non solo sulla Germania, quanto la guardia debba essere tenuta alta, per eccellente che si sia la condizione dell'intelletto. Ossia: la cultura non è "in sé" infallibile vaccino contro l'intolleranza indiscriminata, benché restringerne la diffusione come sempre più si sta facendo in certi stati renda pressoché sicuro l'estendersi dell'intolleranza come attributivamente definita sopra e delle sue manifestazioni fino alle forme più violente. Si veda anche Ovvero si intende..., E' proprio..., Il termine...

Nessun commento:

Posta un commento