mercoledì 15 febbraio 2017

Anatolia XX.

Un dotto discorrere sull'origine della mezzaluna turca ed islamica, quasi totalmente condivisibile. Tralasciando delle valide (come confermato anche dallo scritto) ragioni degli stati che il simbolo rifiutano nel quadro della loro visione, e mettendo da un canto ciò che riguarda lo scontro di civiltà, poiché il testo richiama e Costantinopoli e Mosca, ossia la seconda e la terza Roma, accennando alla "caduta" dell'impero ottomano ed associandovi quelle dell'impero zarista e del suo successore comunista, potremmo da questo trarre una conclusione bizzarra. Lungi dal non essere mai caduta infatti, la Terza Roma è già caduta due volte in poco più di settant'anni, quando vedessimo geopoliticamente in continuità le due entità politiche come ho affermato in passato, e la seconda altrettante in poco più di quattrocentocinquanta. Tuttavia entrambe sono risorte, pur nel ridursi del territorio incluso entro i confini: la Russia del presidente, e la Turchia del condottiero che così spesso si offre al popolo nella città sullo Stretto.

Nessun commento:

Posta un commento