venerdì 17 marzo 2017

Identità?

Dopo aver letta una frase che afferma come in Italia non ci sia mai stata una cultura della fotografia ed un mercato delle immagini, prende ad agitarsi nella mente di alcuni il dubbio che essa voglia porre come certa l'identità di cultura e mercato. Partiamo dal problema di cos'è il mercato nella frase in questione: che mercato sia quella operazione in cui si acquisisce un bene più o meno consumabile in cambio di un altro bene dal valore ritenuto equivalente tramite baratto ovvero per mezzo di moneta? Ora, si potrebbe assai provocatoriamente dire che quando i romani nel secondo secolo avanti Cristo stavano "deportando" una quantità d'opere d'arte dalla Grecia considerata ribelle alla penisola italica, non stavano facendo mercato d'arte, poiché non stavano pagando i greci per poter spostare da un luogo ad un altro statue e quant'altro; tuttavia stavano giovando alla propria cultura. Dunque non esiste identità necessaria fra cultura e mercato; d'altra parte la prima si fa pure collo scambio gratuito non obbligato, come attestano più studi antropologici. Il fatto importante è che la gratuità del passaggio sia volontaria.

Nessun commento:

Posta un commento