venerdì 3 marzo 2017

La guerra.

Dal momento in cui il nostro mondo viene privato della compresenza all'umano degli dei che di essa si occupano, la guerra - la Guerra, colla maiuscola - non uccide più nessuno: gli stati che la fanno uccidono gli uomini, i governi che la de - cidono e la organizzano uccidono gli uomini. Nella pressoché assoluta totalità dei casi tutti gli stati e tutti i governi che vi sono coinvolti ne sono responsabili, la colpa è di tutte le parti. La guerra è strumento sciovinista: sotto il manto patriottardo meglio, si celano interessi geopolitici, di stabilità del sistema di potere interno, economici pure particolari.

Nessun commento:

Posta un commento