martedì 28 marzo 2017

Quali?

Ossia: "Parole da ascoltare", come manifesta un titolo? Quando elaboriamo qualcosa da dire ancora a livello muto, anticipiamo la frase prima di pronunciarla o scriverla, non parliamo per entro noi, non ci usiamo quale primo "ascoltatore", non arriviamo a correggerci da noi, non ricopriamo due ruoli, in dialogo? Le parole non sono dunque tutte ascoltate, ancor prima che "da ascoltare", pur senza suono?

Nessun commento:

Posta un commento