sabato 1 aprile 2017

Da una parte.

Ossia, da un lato critiche negative imprecisamente feroci all'istantanea dell'uomo non medio ma sarcasticamente mediocre posto in mostra come parte e tutto del proprio gruppo di collaboratori (clientesne? Sgherri? O marionettisti più tosto?) da quello che è ritenuto attualmente l'uomo più potente della terra madre di tutti; dall'altro, l'ultimo presentatore, conduttore, etceteratore esteticamente comune elevato alla foto a piena pagina per un inserto di moda. Come rendere nulla l'efficacia di una polemica, che potrebbe anche essere reputata giusta, sul bongiornismo fenomenologico del politico di professione od aspirante tale.

Nessun commento:

Posta un commento