lunedì 10 aprile 2017

Il sistema.

Esiste mondanamente l'opinione circa un normale sistema della vita basato sul principio radicale secondo cui da una parte ci sarebbe il lavoro, ovvero una qualsiasi attività da condurre secondo schemi fissi tendenti in esclusiva ad ottenere un reddito come premio al rispetto d'un ordine prevedibile di atti dal risultato preconizzabile; e dall'altra tutto ciò che lavoro non è ma, direbbero alcuni, vita. Così, la vita sarebbe, nella dimensione precaria di ciò che appare e scompare; ma anche la non vita, poiché quest'ultimo concetto coinciderebbe nel suo manifestarsi con quello di lavoro, quella attività pratica la quale per sé non è, bensì viene svolta solo in vista d'altro.

Nessun commento:

Posta un commento