mercoledì 21 giugno 2017

Filosofia?

Ahinoi, tempo fa perdemmo la nostra copia della "Enciclopedia delle scienze filosofiche in compendio" di Hegel. La precisazione è necessaria, dato che non fu l'unica opera con questo titolo. Comunque, sostanzialmente il punto è che Hegel pubblica tramite tale opera questa affermazione: "La filosofia è necessariamente sistema". L'elideista osserverà: 1) che l'opera hegeliana gli aveva già instillato l'impressione che l'autore avesse una tale opinione; ma pure che 2) come Hegel era già stato preceduto nella concezione del titolo da Schulze (Encyklopädie der philosophischen Wissenschaften, risalente come stampa al 1814) ed ancor prima da Pölitz nel 1807, così le corpose sequenze di volumi costruite da filosofi in special modo tedeschi in cui venivano trattati i più differenti argomenti, qualificavano al principio dell'Ottocento Hegel quale ultimo di una lunga serie di sistematici. Schulze era uno "scettico", come risultava dall'Enesidemo: nulla toglie il sospetto che la prima enciclopedia hegeliana, giunta a stampa tre anni dopo l'omonima schulziana, non sia stata concepita inizialmente come replica di un certo tipo di "fedele" all'opera di un uomo "pericoloso". Ma quel che importa è la conclusione dell'elideista per cui 3) "sistema" non vuol dire sistema dell'universo, ma anche solo di una parte di esso, pure in ragione del fatto che ogni soggetto può essere diviso in una innumerabile serie di campi separati a forza suddivisibili a loro volta in numerosissimi settori specializzati.

Nessun commento:

Posta un commento