martedì 11 luglio 2017

"Non si processano...

...le idee", disse qualcuno. Sembrerebbe giusto. Anche tuttavia sembrerebbe necessario, per una corretta definizione di "libertà", stabilire che si processano e condannano quelle idee che programmaticamente giustificano l'uso di qualsiasi mezzo per impedire l'espressione anche non violenta di idee diverse da quelle manifestate nel sistema che si oppone alla libertà altrui in nome dell'erroneità pregiudiziale della "opinione" differente. Si potrebbe dire che colui il quale processa idee quali quelle sopra descritte si sarebbe mostrato apertamente favorevole all'editto di Costantino, autorizzando esso l'esercizio del culto cristiano; e che si sarebbe speso contro l'editto di Teodosio, proibente qualunque culto ad eccezione di quello cristiano.

Nessun commento:

Posta un commento