martedì 4 luglio 2017

Quando...

...nell'ottavo capitolo di Mimesis Auerbach domanda a sé stesso come Dante porta ad essere rappresentata la esperienza immobile del legame di Cavalcante e Farinata colla mobilità presente del fenomeno terreno, si può credere sottintenda la domanda aristotelica e conseguente risposta dell'Etica Nicomachea circa il rapporto degli antenati colle fortune e sfortune dei propri discendenti (I, 11), che Dante conosceva. Quello è uno degli elementi con cui il Poeta si confronta nella Commedia. Uno di quelli che anche il lettore moderno deve assumere fosse presente a Dante mentre scriveva.

Nessun commento:

Posta un commento