lunedì 7 agosto 2017

Iniziative...

...nello stile "petrolio contro cibo", sanzioni indiscriminate contro uno Stato di cui si vuole abbattere il sistema di potere interno, generalmente non servono a nulla. L'unico risultato ottenuto con operazioni del genere è solitamente l'aumento della mortalità tra i "sudditi", poiché in regimi di un certo tipo, che siano di "destra" oppure di "sinistra", i quadri superiori nonché quell'esercito e quella polizia su cui si basa il loro potere, non soffrono mai la fame. L'Iraq di vent'anni fa non era, e la Corea del Nord di oggi non è, la Francia del 1789, dunque una rivolta "popolare" che abbatta il regime era improbabile in Medio Oriente allora e lo è oggi nell'Estremo. Colpire senza alcuna precisione è assolutamente inutile: o si trova il modo di sradicare il potere del capo, di disseccare la sua forza individuale e quella di gruppo della minoranza che lo sostiene, sicché non possa mantenere il controllo, in modo perciò che venga essoindebolito così che sia attaccabile dall'interno con successo; oppure non si otterrà nulla, a parte la nascita di un mercato nero per le risorse formalmente non smerciabili.

Nessun commento:

Posta un commento