martedì 31 ottobre 2017

La "precedente...

...massima immorale" è tale per un uomo che voglia convertirne un altro in rapporto alla cultura del primo confrontata con quella del secondo. Il convertitore, che - come scrissi in una bozza - parte per abitudine dal presupposto che le prescrizioni, i modi di vita (diete) della sua cultura siano le migliori perché con quelle è stato educato, avvertendo una diseguaglianza nel comportamento del convertendo rispetto ad esse, per ciò stesso giudica quelle, e le massime che le sostengono, immorali, quando non amorali, e tende ad ottenere che il proprio "discepolo" adegui le une e le altre a quelle che ritiene giuste. In determinate situazioni, ciò genera quello che variamente è stato definito "ipocrisia", "socinianesimo", "comportamento da marrano", a seconda dei luoghi e dei tempi, poiché ogni essere umano desidera comportarsi in ogni tempo ed in tutti i luoghi seguendo le sue consuetudini e, se possibile, fare sì che piuttosto anche gli altri le seguano.

Nessun commento:

Posta un commento