venerdì 13 ottobre 2017

Nulla impedisce...

...in una democrazia parlamentare il cui sistema per le elezioni sia proporzionale, di presentare ai comitia, alle elezioni, una coalizione "bloccata", per cui ciascun partito che ne sia componente prometta ai cittadini di formare il governo solo se quel ben preciso gruppo di partiti raggiungesse colla somma delle proprie percentuali di voto la maggioranza perlomeno relativa, e non con chiunque. Per confutare chi istituisce una relazione necessaria fra proporzionalità ed impossibilità di coalizioni stabili formate anteriormente al voto. Pare possibile, ed anzi, più che auspicabile perfino necessario, che l'accordo di coalizione sia fondato su di un pregresso ed autentico consenso circa un programma d'azione politica.

Nessun commento:

Posta un commento