lunedì 20 novembre 2017

La gelosia...

...e dunque anche la fine violenta di certi "amori", non potrebbe forse discendere da philotimia di una delle parti, sia per quel che riguarda i rapporti interni alla coppia, sia circa la rappresentazione di colui che intende dominarli, al suo esterno? Aristotele, E.N. VIII, 9, 1159a 13. Da qualche parte c'è pure una nota su come la descrizione "aristotelica" dell'amicizia sembri delineare una seconda "monogamia".

Nessun commento:

Posta un commento