mercoledì 22 novembre 2017

L'ipocrisia (I).

Ci sono stati più autori che hanno scritto in carcere, e non necessariamente su di esso - spesso appositamente su altro -. E' anche vero che scrivere in carcere non significa riuscire a farlo una volta uscitine, nemmeno in un dialogo interiore quale può prender forma in un diario privato o pre - destinato alla pubblicazione. E poi dipende dalle condizioni in cui si viene messi una volta chiusi là dentro, pure senza essere materialmente vincolati. Qualcuno già mise in dubbio che la libertà del Sé sia sempre certa.

Nessun commento:

Posta un commento