mercoledì 8 novembre 2017

Quel che resta...

...della "classe operaia" è quasi nulla. Le ripetute "crisi" degli ultimi decenni - ricordo soltanto, in aggiunta all'ultima, quella del 1998 - inserite in questo modello di mercato del lavoro ancora in corso di mutazione ed esemplarmente applicato come nel sogno di ogni scienza, inasprito perciò col passare degli anni ignorando i pianificatori, pro parte, perfino sé stessi (in Italia sui mezzi di comunicazione riconosciuti si sono dette dal 2008 ad oggi due cose poi fatte le quali nel modello di "logica" che si propugna volgarmente sono in contraddizione: a) le persone impoverite e / o licenziate non hanno i soldi per curarsi; b) la loro speranza di vita si è nonostante ciò allungata, e dunque risulta dovere quello di mandarle in pensione più tardi, ed è perciò auspicabile che il lavoratore stesso aderisca toto corde alla necessità dello Stato che paterna(listica)mente di lui si prende cura con sollecitudine, nonostante, come si è visto sopra, contraddica esso stesso alla logica che dice essere unica ed irrefragabile) l'hanno indotta ad autodistruggersi, giungendo, incanalata da leggi restrittive del diritto di sciopero, ad essere incapace di organizzare una protesta che sia effettivamente incisiva, in cui il blocco delle attività riesca a costringere le parti avverse a coloro che protestano a fare le concessioni necessarie perché essi riprendano la produzione: tale necessità non c'è più, anche perché non c'è più neppure un blocco effettivo e di lunghezza adeguata al raggiungimento dello scopo. Senza parlare dell'impossibilità, almeno in alcuni casi nazionali, di coordinamento delle "categorie" nella protesta (scioperi contemporanei di più d'una fra esse; scioperi separati ma consecutivi senza soluzione di continuità anche minima). Abbiamo invece una proletarizzazione, se si può dire questo quando la prole è quasi scomparsa poiché mancano risorse adeguate ad un allevamento dignitoso dei figli in rapporto all'epoca, e "meccanizzazione" della massa impiegatizia colla cosiddetta bassa burocrazia, le cui procedure di lavoro piuttosto che gli strumenti di esso sono state irrigidite. Proletari sterilizzati nel mentre il "proletariato" viene esteso.

Nessun commento:

Posta un commento