venerdì 16 febbraio 2018

L'homo faber...

...in un certo qual modo nello "Occidente" attuale è un concetto che ha poco senso, se soppesiamo come per alcuni ma non pochi ai nostri giorni la vita sia una "ricostruzione in proprio del mondo". Ed anzi, la pretesa di alcuni è che il mondo sia in toto "un oggetto autoplastico che adatta la propria forma alle loro volontà momentanee". L'egometismo elideista non pretende dal concreto esteriore che si riplasmi per rispondere positivamente al soggetto: là dove l'altro rifiuta, se ne allontana accettando la conclusione, se è possibile rinunciare senza compromettere la persistenza di colui che dice Io. L'homo faber forma il mondo con le proprie mani e mente, non pretende che esso si adatti.

Nessun commento:

Posta un commento