sabato 7 aprile 2018

Il punto fondante II.

Si trattava dunque di far sentire ad ogni membro di una parte del meccanismo statale (solo in parte "sociale") di: 1) avere propri diritti da difendere, e dunque interesse a proteggere il sistema onde conservare tali diritti, che al di fuori di esso non sarebbe stato certo di riuscire a conservare; 2) dargli la sensazione di potere, agendo nel modo "corretto", acquisirne altri e migliori. Nel momento in cui il membro del sistema si accorge che l'unico diritto rimastogli è il dovere di fare qualcosa, benché la "libertà" di cui gode sia la massima riconosciuta dalla legge, nella pratica il sistema stesso, che nega ripetutamente ogni miglioramento della situazione, comincerà a mostrare crepe.

Nessun commento:

Posta un commento