mercoledì 2 maggio 2018

Per quanto...

...l'elideista non abbia particolarmente in simpatia Socrate, leggere un apologista cristiano dei primi secoli insultarlo per aver tentato di sovvertire la religione tradizionale, non può che provocare in lui una smorfia amara sotto cui si cela il disprezzo per chi assale come peccatore chi ha commesso il suo stesso peccato, e dunque senza accorgersi di avere quella stessa colpa, se supponiamo di trovarci di fronte ad un peccatore onesto, cioè inconscio.

Nessun commento:

Posta un commento