domenica 13 maggio 2018

Tradurre...

...da una lingua classica oppure straniera in una artificiale contemporaneamente usitata in altro paese [?] quale era quella comunque impiegata letterariamente senza quasi contrasto a partire dal tardo secondo decennio del XVI secolo nella penisola italiana significa passare necessariamente per la memoria uditiva / visiva dell'autore che si è formata attraverso letture precedenti. Il caso ideale è quello in cui il compositore ha, "traducendo" da una lingua letteraria morta - in specie il greco - ad un'altra lingua usata per opere d'arte scritte ma estranee all'uso di conversazione dei suoi tempi, un dominio cosciente delle fonti utilizzate. Le circostanze perfette a vantaggio di chi deve ricostruire in qualità di studioso di un testo le sorgenti di un letterato il quale scrivendo la propria opera in essa "fa la versione" di una fonte, è che documenti anche per iscritto tutti i testi "intermedi" che durante la redazione "cadono" nella memoria elaborativa, o che affermi esplicitamente nelle carte (come durante i conosciuti "autocommenti") non esservene. Ora: la maggior parte degli scrittori non ha nei riguardi dei posteri che sul loro lavoro si affaticheranno generalmente la grazia penosa e dispendiosa di trascrivere neppure le fonti primarie, ed i rari casi nei quali accade sono un miracolo. Se poi nel risultato entra una memoria di lavori (?) più temporalmente prossimi, è pressoché impossibile trovare un autore che rimandi per il risultato al ovvero agli intermediari più o meno diversi che congiurano nel formare la singola riga della resa liquidata col nome di traduzione: in primo luogo poiché non ne avverte il bisogno; in secondo dacché appunto la memoria dei canti popolari, dei testi colti, non può mai essere del tutto cosciente. Sta allo studioso sezionare con lunga pazienza il testo e testardamente affrontarlo al maggior numero di precedenti scrittori in proprio contemporanei nella "sua lingua", traduttori di un testo nelle varie favelle.

Nessun commento:

Posta un commento