sabato 16 giugno 2018

Il vero problema...

...della Sinistra hegeliana non pare essere aver visto errori di Hegel dove non erano; sta semmai nell'aver centrato i due problemi dell'alienazione e del continuo scambiare per comodo i significati di individuo da una parte e dall'altra persona, senza averli risolti molto più di quanto ciascun membro di quel "partito" abbia effettivamente fatto per iscritto, a parte forse Marx - non i marxisti - e Stirner. Alienazione dell'individuo nella religione; alienazione del lavoro; alienazione della partecipazione politica (Ruge). Certo, restituendo l'intero processo di produzione si ripristrina l'integrità dell'uomo. Ma con "produzione" deve essere inteso anche l'uso o consumo (consumo come presupposto di nuova produzione). Il problema del dipendente non è solo l'alienazione del lavoro, ma l'alienazione del prodotto finale e della partecipazione agli utili derivanti dalla vendita: gli viene corrisposto uno stipendio che paga il tempo e le forze impiegate a dar forma all'oggetto per farlo passare da universale a particolare; ma in virtù del fatto che generalmente i macchinari etc. sono di proprietà altrui, è escluso: a) dagli utili della vendita; b) dall'uso subitaneo dell'oggetto prodotto, di cui potrà divenir proprietario dopo che che sarà stato alienato al grossista con un utile, ed al dettagliante con altro utile, che lo alienerà poi nei suoi confronti ottenendone ulteriore utile. Raggiunto il ripristino di questa integrità, si sarebbe potuta ipotizzare una fondata inutilità dello Stato. Alienazione in universale si declina in alienazioni particolari. Solo per abbozzare il primo punto.

Nessun commento:

Posta un commento