lunedì 18 giugno 2018

Se non...

...si è posseduti da un libro mentre lo si legge, e soprattutto se non occupasse uno spazio, perlopiù in- o subconscio, dentro di noi - cioè nella memoria immediata o profonda - dopo essere stato letto; se non avesse avuto e dunque non avesse neppure ora alcun effetto: avremmo anche potuto evitare di leggerlo. Si può tra l'altro non prestare i libri, oltre eventualmente a lasciarli in fila sugli scaffali; ma alcuni leggevano e facevano estratti da libri altrui in casa del loro proprietario: perciò "rubavano" i libri senza sottrarli. Certuni annotavano in tali condizioni libri non proprii, quindi possedevano quei libri proprietà di un altro. Non è così semplice.

Nessun commento:

Posta un commento