lunedì 3 settembre 2018

Citando in...

...una versione seicentesca Boezio: "neque enim fas est homini cunctas divini operis machinas vel ingenio comprehendere, vel explicare sermone" qualcuno potrebbe concludere che sulla base di questo solo brano, estratto dal contesto, non si può dimostrare, come vorrebbe l'autore del trattato del XVII secolo, che Dio ecceda la natura. La traduzione in italiano è: "né infatti è concesso all'uomo comprendere l'intera macchina (il meccanismo) dell'opera divina colla mente, né spiegarla a parole". Ciò significa che l'uomo è incapace di spiegare fino in fondo l'universo (anche, potrebbe dire qualcuno, perché sussista e perché nel modo in cui lo fa) come opera di Dio. Ma il Deus sive Natura (Natura sive Deus) non è obbligatoriamente escluso, sicché non si può affermare senza alcun dubbio che Dio sia oltre la Natura. Che sia tale è assioma monoteistico.

Nessun commento:

Posta un commento