giovedì 15 novembre 2018

"Superstizioni popolari"...

...e teorie scientifiche, o meglio ipotesi: queste, s'è già scritto, si presentano all'intuizione maggiormente diffusa - come "sfondo" - quali "verità"; ma per una prospettiva della scienza fallibilista sono al massimo "temporanee" verità. E nel momento in cui un "popolano" sottintende la teoria della relatività, allo stato attuale della conoscenza scientifica la credenza (altra distinzione da introdurre) che presuppone e la teoria scientifica giungono a coincidere. E di nuovo: oggi si crede (ci si affida) ad una teoria per descrivere parte del mondo che lungo duemila anni circa fu ritenuta dai cervelli migliori delle susseguentisi epoche - o che tali erano valutati - una assurdità: si parla della teoria atomica. Una teoria oggi, da alcuni decenni, considerata Vero. Sicché alle volte vero e falso stanno sui cavallini finti della giostra, e girano, e son visti ora l'uno ed ora l'altro più belli a vicenda. Fallibilismo è l'impostazione di ricerca per la quale una teoria scientifica è "verità" solo nella misura e per il tempo in cui è la migliore spiegazione disponibile al momento per esplicare un fenomeno.

Nessun commento:

Posta un commento